Vita

…buona giornata…

 

….Un po di sonno stamattina…

di solito è sempre cosi il lunedì….

come al solito sveglia alle 6.00,

niente colazione,

il tempo lo impiego a prepararmi..

e poi in fretta fuori…

 come sempre c’è traffico sulla superstrada

che mi porta al lavoro…

mannaggia a quei venti chilometri!!!!!

Ma se esco da casa 10 minuti prima

riesco ad andare senza grossi problemi

ed arrivo al lavoro pure con anticipo…

pronta ad andare al bar a fare la colazione…

E poi al lavoro…

il cielo è coperto e l’aria è fresca,

mentre ieri è stata una giornata stupenda e calda…mah!!!

Chi ci capisce più niente….

prima di partire

auguro una buona giornata  a tutti…

passo e chiudo,

un abbraccio agli amici,

e un dolce sorriso….

***Sabry***


Tutti doveri…nessun DIRITTO…

 
 

E’ vero ….il Natale è passato

e si è portato via tutti quei momenti

vissuti in libertà e felicità

con la propria famiglia 

e con i propri amici…

oggi sono proprio come si può dire schifata…si schifata…

perchè le cose vanno male dappertutto…

vogliono privatizzarci tutto

solo chi ha i soldi andrà avanti

i poveri diavoli come faranno????

fra poco ci faranno pagare anche l’aria che respiriamo…

che poi ce la venderanno pure inquinata e irrespirabile…

ma chissà,

forse riusciranno ad inventare anche qualche attrezzo che ti pulisce l’aria…

e te lo venderanno…aria pura..o quasi…

naturalmente i prezzi saranno esorbitanti!!!!!!!

…e questo è solo un aspetto…

ma quante ingiustizie…

licenzamenti, cassa integrazione…..

Poveri noi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

SABRINA

 

 


Buonanotte

 Buonanotte
..con la luna che mi accompagna
auguro….
BUONANOTTE A VOI… 
miei cari amici….
                                       Sabry
 
 

….INSISTI

 

 

 

Tieni sempre presente

che la pelle fa le rughe,

i capelli diventano bianchi,

i giorni si trasformano in anni…

 Però ciò che è importante

è non cambiare;

la tua forza e la tua convinzione

non hanno età.


Il tuo spirito è la colla

di qualsiasi tela di ragno.

 Dietro ogni linea d’arrivo

c’è una linea di partenza.

 Dopo una delusione

c’è un successo.

 Fino a quando sei viva,

sentiti viva.

 

Se ti manca ciò che facevi,

torna a farlo.

Non vivere di foto ingiallite…

 

Insisti…

 

anche se tutti

si aspettano che abbandoni.
Non lasciare che si arrugginisca

il ferro che c’è in te.

Fai in modo che invece che compassione,

ti portino rispetto.

 
Quando a causa degli anni non potrai correre,

cammina veloce.

 Quando non potrai camminare veloce,

cammina.

 Quando non potrai camminare,

usa il bastone.

 Però non trattenerti mai!

 

                                 S.Teresa 

 


11 Settembre : Per non dimenticare!!!

 

 

 

 

Sembrava una giornata come le altre, quell’ 11 settembre di otto anni fa,

ma questa è una data che rimarrà tragicamente come il più incredibile

attentato criminale mai portato a termine.
E’ una ferita  ancora  aperta  nel  cuore  della nazione  americana e del

mondo intero. Una data che ha marcato il nuovo secolo  fin  dal  suo

inizio, in maniera profonda e  incancellabile. Da allora, niente sarà più

come prima,  come  se  quest’ evento così  devastante  abbia  segnato  un

prima e un dopo. Otto anni, due guerre  dopo, sono successe  tante cose,
ma il ricordo resta – e deve restare – indelebile.
Mai potrà essere dimenticata quell’immane  tragedia  che  ha colpito il 

mondo intero.. Nei nostri cuori, nella  mente, negli occhi non potrà mai

essere cancellato  ciò  che i n un  attimo  ha  sconvolto  l’intero  pianeta.
A ricordare le tremila vittime degli schianti c’è oggi  per la  prima volta

Obama,  il presidente del cambiamento.
Alle  8:46  in  punto, le 14:46 i taliane, nel  momento  esatto in cui l’11

settembre di otto anni fa  il primo dei due aerei  dell’  attentato  alle

Torri Gemelle di New York si  abbatteva  sulla Torre nord,

alla  Casa Bianca e in molti altri luoghi simbolici dell’America e’ stato

osservato un minuto di silenzio.
Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, la moglie Michelle e tutto

 lo  staff  della  Casa  Bianca, si  sono  raccolti  in  un  gesto simbolico a

ricordo della tragedia. L’ ottavo anniversario dell’11 settembre prevede

poi una serie di cerimonie ufficiali e non.
Un minuto di silenzio sara’ osservato nelle scuole, in molte delle quali

cominciano quest’anno lezioni speciali sull’ 11 settembre 2001.
Ma molte sono anche le iniziative di associazioni private,  tutte volte

al ricordo di un momento della storia americana anto simbolico

quanto la Guerra Civile o l’attacco di Pearl Harbour.
In un messaggio inviato alla citta’ di New York Obama dice:
”Ogni anno in questo giorno siamo tutti newyorkesi”.
L’ottavo anniversario dell’attentato alle Torri Gemelle, i primo da

quando Obama e’ alla Casa Bianca, ambia volto e diventa ufficialmente
”La giornata nazionale del ricordo e del volontariato”,
già anticipata da Ted Kennedy.
Per ricordare gli attentati di otto anni fa, oggi Obama sara’ al Pentagono,
uno degli obiettivi degli attacchi terroristici,  per rendere omaggio a tutti i caduti.
Ma la commemorazione piu’ significativa sara’ quella dei 250 mila americani
che in tutti i 50 Stati, nelle grandi citta’, come nei centri piu’ periferici,
offriranno il loro tempo a favore di programmi di solidarieta’.
Il mondo intero partecipa al lutto della più grande catastrofe mai avvenuta.

 

 

 

 

 


…Adria…

 

 
————————————-
Cara, dolce, tenera Adria,
non sei  un numero
in questa assurda società….
—————————
 

Ho pianto….

 

…Sulle sponde del fiume Piedra

mi sono seduta 

ho pianto..

                            P. Coelho

 

 


BASTA GUERRE

 


Il mondo

                                       
          

 

 


ADRIA

                      

                                      

                     

 Adria era felice della sua vita, possedeva tutto cio’ che si puo’

desiderare : l’amore, il suo amato cane Pallino,una casetta piccola

ma dolce, l’amicizia di pochi ma fidati amici, i suoi genitori e

parenti e il suo lavoro che aveva da circa quindici anni e che, anche

 se alle volte pesante,lei amava. Aveva fatto tanto per averlo,tanti

studi, tante materie difficili, ma non si era mai arresa. Era stata una

 via difficile ,dieci anni di precariato,nn proprio fortunata Adria, ma

 nn si lamentava,comunque contenta di conoscere vari posti di

lavoro, di girare per la provincia in lungo ed in largo. Ma si sa la

felicita’ nn puo’ durare, c’e’ sempre qualcuno che ti invidia, o nn

essendo felice diventa cattivo,capace di fare del male se incontra

una persona che ha tali sentimenti, per di piu’ ingenua. Cosi’

innesca una azione negativa. Adria non sara’ mai piu’ felice.

Le toglie man mano il suo lavoro appellandosi ad un passato

purtroppo di sofferenza che Adria ha subito. Adria ora e’ qui’ :

il suo lavoro tanto amato le e’ stato tolto, anche se lei e’ stata

sempre una tipa precisa, presente,attenta a svolgerlo con impegno.

 Adria, povera Adria, qualcosa piu’ grande di te ti ha tolto cio’ che

meritavi,sempre. Non potra’ piu’ essere felice. Non volera’ piu’ per

il mondo come un aquila reale. Il suo cuore soffre, la sua anima

prega,ma nn sa. Nel giro di tre anni,momenti belli della sua vita,

delle serpi avevano deciso di farla fuori, cosa importa se la

sposteranno altrove, il suo cuore vibrava solo per il suo lavoro.