Poesia

Serena notte

 

Potessero le mie mani sfogliare

Pronunzio il tuo nome nelle notti scure,

quando sorgono gli astri per bere dalla luna

e dormono le frasche delle macchie occulte.

E mi sento vuoto di musica e passione.

Orologio pazzo che suona antiche ore morte.

Pronunzio il tuo nome in questa notte scura,

e il tuo nome risuona più lontano che mai.

Più lontano di tutte le stelle e più dolente della dolce pioggia.

T’amerò come allora qualche volta?

Che colpa ha mai questo mio cuore?

Se la nebbia svanisce, quale nuova passione mi attende?

Sarà tranquilla e pura?

Potessero le mie mani sfogliare la luna!

Federico Garcia Lorca


Canto alla luna

 
 
 
Canto alla luna
 
 
La luna geme sui fondali del mare,
o Dio quanta morta paura
di queste siepi terrene,
o quanti sguardi attoniti
che salgono dal buio
a ghermirti nell’anima ferita.
La luna grava su tutto il nostro io
e anche quando sei prossima alla fine
senti odore di luna
sempre sui cespugli martoriati
dai mantici
dalle parodie del destino.
Io sono nata zingara, non ho posto fisso nel mondo,
ma forse al chiaro di luna
mi fermerò il tuo momento,
quanto basti per darti
un unico bacio d’amore.
 
 
 
di
Alda Merini
una delle più grandi poetesse di tutti i tempi
recentemente scomparsa.
 
 

Poesia siciliana

 

 

 

Duminica jurnata di sciroccu
fora nan si pò stari
pi ffari un pocu ‘i friscu
mettu ‘a finestra a vanedduzza
e mi vaju a ripusari
Ah! Ah! ‘A stissa aria ca so putenza strogghi ‘u mo pinzeri
Ah! Ah! ‘U cori vola s’all’umbra pigghi forma e ti prisenti
nan pozzu ripusari.
‘U suli ora trasi dintr’o mari
e fannu l’amuri
‘un c’è cosa cchiù granni
tu si la vera surgenti
chi sazia i sentimenti
Ah! Ah! ‘A stissa aria ca so calura crisci e mi turmenta
Ah! Ah! ‘U cori vola sintennu sbrizzi d’acqua di funtana
‘ndo mo’ jardineddu mi piaci stari sula.
Ah! Ah! ‘A stissa aria ca so calura crisci e mi tormenta
Ah! Ah! ‘U cori vola sintennu sbrizzi d’acqua di funtana
‘ndo mo jardineddu mi piaci stari sulu
mi piaci stari sula.

 


Neve

  

                                                                                               

NEVE

Sui campi e sulle strade

silenziosa e lieve

volteggiando scende la neve.

   Avvolge le cose in un tacito manto:

        imbianca città, case, chiese, strade e tutto quanto

        Per i bambini è una festa.

        Scende di notte,

        scende di giorno,

         ai nostri impegni

           quando faremo ritorno?

                                      Sabry

                       

 


TRISTEZZA

  
                                                              
 

                                   
  
TRISTEZZA
 
 
                   
La tua luce ha illuminato il mio volto
 
per lunghi attimi di sogno.
 
All’improvviso il suo calore e’ scomparso,
 
il suo splendore spento.
 
Senza una ragione, un perche’.
 
Credere,amare,illudersi,
 
vedere te : e’ tardi!
 
Svanisce lontano
 
il tuo sentimento,
 
la tua dolce presenza.
 
Nello stagno dei ricordi,
 
rifletto il mio viso,
 
lacrime lo percorrono
 
la tristezza mi circonda.
 
E resto qui,
 
attonita,  incredula 
        
Sabrina
 
 

 


AMICO

 

 

                                                                          

 

Amico

 

Credo in te,amico.

Credo nel tuo sguardo,

specchio della tua onestà.

Credo nel tuo cuore,

sempre pronto a dare..

Credo nelle tue parole,

che esprimono cio che ami e speri.

Credo in te, amico,

credo in cio’ in cui credi,

e ti tendo la mano

sorridendoti.

                            Sabrina

                                                                

                                                                         


IL SILENZIO

                                                  

 

                                                                      
Il silenzio
  
  
Non soffia piu’ l’aria,
  
il sole si e’ scordato di sorgere,
 
le nuvole di piovere,
  
le onde di ondeggiare,
 
e tu ti sei scordato di me!
 
La luna ha perso la sua luce
 
e i fiori il loro profumo,
 
ed io il tuo amore.
 
Non sogno più
 
perchè i sogni non si avverano,
 
quell’amore che era nato fra noi
 
non c’e’ più,
 
per cui preferisco restare in silenzio
 
a pensare a tutte le cose belle
 
passate insieme a te
 
che ora sono svanite.
 
Io in silenzio senza te.
 
                       Sabrina